AdMuseum

Rete transfrontaliera per l’accessibilità fisica e culturale
ai patrimoni museali e naturali e agli spazi urbani

COMUNITÀ MONTANA DELLA CARNIA CarniaMusei

La Comunità Montana della Carnia è un ente sovracomunale che riunisce i 28 comuni del territorio, per una superficie di circa 1.200 kmq e una popolazione di poco meno di 40.000 abitanti. Numerose sono le aree di intervento della Comunità Montana, che confluiscono in un unico principale obiettivo: la promozione e lo sviluppo del territorio. L’ente, infatti, rappresenta il soggetto istituzionale predisposto alla progettazione e all’attuazione dei piani di sviluppo, considerando, da un lato, lo stretto rapporto con i Comuni e la conoscenza approfondita delle loro potenzialità e bisogni e, dall’altro, la possibilità di confrontarsi con le istituzioni regionali.

Palazzo-unfer

Un territorio ricco di cultura

La Carnia è la porzione nordoccidentale della Regione Friuli Venezia Giulia. Un territorio montuoso caratterizzato da piccoli centri sparsi nelle varie vallate e da un ricco patrimonio culturale, testimoniato anche da numerosi musei e mostre permanenti.

Una rete museale che promuove il patrimonio locale

CarniaMusei è la rete museale che unisce i musei della Carnia. Nata nel 1998, su iniziativa della locale Comunità Montana, e coordinata direttamente da personale dell’ente, gestisce progetti e attività che coinvolgono le varie realtà aderenti.
Alle tradizionali attività di didattica, conservazione e promozione si affiancano convegni, seminari e mostre temporanee, utili strumenti per la valorizzazione delle diverse realtà culturali e la creazione di una cultura del museo.

Dai primi passi della Rete, con 5 musei…

Inizialmente aderiscono a CarniaMusei i maggiori per dimensioni: il Museo Carnico delle Arti Popolari “M. Gortani” di Tolmezzo, il Museo Archeologico “Iulium Carnicum” di Zuglio, il Museo Geologico di Ampezzo, il Museo Storico “La Zona Carnia durante la Grande Guerra di Timau, la Galleria d’Arte Moderna “Enrico De Cillia” di Treppo Carnico.

…agli attuali 25

A questi si aggiungono successivamente numerose piccole strutture, che costituiscono una straordinaria gamma di percorsi culturali: dalla Mozartina di Paularo, pregevole esposizione di strumenti musicali, alla Farie di Checo, fucina del fabbro di Cercivento; dal Mulin dal Flec di Illegio alla collezione etnografica “Cemuot chi erin” di Forni Avoltri; dalla casa Bruseschi e Museo dell’Orologeria Pesarina di Pesariis alla Pinacoteca Davanzo di Ampezzo; dai Centri Etnografico e Storiografico di Sauris al Museo della Miniera di Cludinico; dal Museo del Legno e della Segheria Veneziana di Ovaro al Museo Etnografico e Storiografico Gaudenzio Straulino “Teno”, preziosa opera d’artigianato conservata a Sutrio, paese dalla solida tradizione di falegnameria; dalla Torre Moscarda di Paluzza all’Esposizione Naturalistica “Preone 200 Milioni di anni”, alla Polse di Cougnes, orto botanico presso la Pieve di Zuglio; dal Museo della Pieve di Gorto all’Antiquarium della Pieve di Cesclans con le sue preziose testimonianze archeologiche; dalla Pinacoteca Corbellini a Tolmezzo alla mostra permanente del Fossile ad Arta Terme, per finire con la straordinaria collezione d’arte contemporanea Art Park di Verzegnis.

Vedi anche carniamusei.org

L'accessibilità culturale per Carniamusei

Nell’ambito di AdMuseum, CarniaMusei intende dedicarsi in particolare ai servizi museali e alla valorizzazione delle esposizioni in chiave accessibile.

Vuole raccogliere conoscenze e farle circolare tra i partner attraverso iniziative come mostre temporanee e convegni, ma anche lavorando affinché le istituzioni museali possano migliorare la propria offerta culturale e divulgativa, divenendo così davvero uno spazio per tutti.

Audioguide plurilingue, allestimenti progettati in un’ottica inclusiva e progetti didattici pensati per coinvolgere nuovi target d’utenza sono le realizzazioni concrete sul proprio territorio;

La crescita personale e professionale delle persone, pubblico e operatori, attraverso una riflessione sui linguaggi dell’accessibilità, è l’obiettivo di più ampia portata.